Atualitât

Mittelfest o Italfest?

Martars ai 16 di Jugn e je stade presentade a Milan la edizion 2015 dal Mittelfest. La manifestazion e je par sigûr une des plui impuartantis di chês che si fasin in Friûl, par plui resons. Par esempli: pe cuantitât di risorsis che e impegne, pal numar dai events che e cjape dentri, pe innomine di tancj dai siei protagoniscj. Cundut achel, o pensìn che il Mittelefest al sedi alc di impuartant soredut par alc altri: pe sô storie, pe sô ispirazion e pe sô vocazion (mittel)europeane, che e varès di vê chê di scjavaçâ confins, di ricognossi e meti dongje lis diversitâts culturâls e lis lôr diviersis espressions creativis che a son tal mont (e dal mont) e che in particolâr a son di (e in) cheste part dal continent che e cjape dentri ancje il Friûl.

Se si dâ un cuc al program, si pues preseâ il fat che cheste vocazion si palese in maniere avonde clare e fuarte in plui di cualchidun dai passe sessante apontaments che si davuelzaran a Cividât dai 18 ai 26 di Lui. A confermin chest ategjament ancje la sielte dal teme de aghe – tant che risorse, tant che element, tant che ispirazion, tant che fonde di vite – e l’apel fat indenant de bande dal president e dal diretôr dal Mittelfest par che la Europe e sedi plui Europe e par che si compuarti di Europe in particolâr denant des gnovis ondadis di imigrazion e di profugance.

Magari cussì no, cheste vocazion no si le viôt ancjemò intun aspiet fondamentâl: la comunicazion istituzionâl dal Mittelfest.

Al è za di cualchi an che o cjalìn cun atenzion cheste manifestazion, propit pe sô impuartance, ancje sot di cheste cjaladure specifiche, e la situazion e je su par jù simpri chê. Cun dut che il Mittelfest si fâs in Friûl e che al à une vocazion europeane e internazionâl, al continue a comunicâ dome par talian e forsit un pôc par inglês.
Ogni an o sperìn che al sedi chel bon, par che si doprin e duncje si viodin ancje chês altris lenghis dal teritori (il furlan, il sloven e il todesc: lenghis “altris”, lenghis “nestris”, ma ancje lenghis che nus metin in contant cun chei altris e che nus fasin ricognossi di chei altris), però fin cumò o vin viodût dome cualchi piçul segnalut.

Se nol cambie alc tai prossims dîs, o vin pôre che chest an no sedin nancje i segnaluts.

La robe nus diplâs, in gjenerâl e soredut par doi motîfs: parcè che propit cuindis dîs indaûr cul cussì clamât Tren des lenghis, finalmentri la linie feroviarie tra Udin e Cividât e à tacât a mostrâ – e a rispietâ – la muse plurâl di cheste tiere e de sô int e cumò chel difiet di fonde dal Mittelfest si lu viôt ancjemò di plui, e parcè che dal president dal Mittelefest di cumò, cu la sô storie e cu la sô sensibilitât, si spietavin che la rassegne e fasès finalmentri chel salt indenant, viers de Mittel(Europe) e dal mont e in chel istès viers dal Friûl e de regjon Friûl-VJ, cuntune comunicazion plurilengâl dinamiche, inovative e insom normâl.

Sperìn che si movi alc, magari dome in zone Cesarini. Se di no, al è simpri plui legjitim il suspiet che, za di timp, plui che di Mittelfest si vedi di fevelâ dome di Italfest.

Advertisements
Standard
Atualitât

Une biele domande pe Fieste de Republiche Taliane

Îr e jere la Fieste de Republiche Taliane.

Un frut, che al à studiât un pôc di educazion civiche, ur domande ai siei gjenitôrs:
«Mame, papa! Cemût mai che la Repubbliche Taliane, che te sô Costituzion e declare che “ripudia la guerra”, fasie ducj chest festegjaments e dutis chestis celebrazions ‘in pompa magna’ pal centesim inovâl de declarazion di vuere e po de jentrade in vuere dal Ream di Italie tal 1915?»

Une biele domande.

Standard