Friulanofobie, Par ridi (?), Politiche

Coppola e cappello. ‘Smart’, smuart e smamît

Se un stupit al dîs macacadis al pues no plasê masse, però, in som in som, al è just che al sedi cussì.
Al è une vore piês cuant che lis macacadis lis dîs un che al varès di jessi di sest, a plomp, inteligjent e sgaio.

Une valutazion compagne si pues fâle in cont de politiche e dai politics. Cun di fat, di un reazionari, ancje se no ti plâs, tu ti spietis che al disi robis reazionaris, se no piês.
Però se chês robis alì tes dîs un che al varès di jessi un progressist, alore o sin pardabon malamentri.

Magari cussì no, cheste ultime situazion si ripet une vore dispès, massime in Friûl e massime tra chei che si declarin progressiscj.

Dut chest al cjate conferme in ce che nus à contât, îr l’altri, une nestre amie, che vinars passât e jere lade a Pradaman ae presentazion dal libri di Giorgio Cavallo ‘Ripensare la nazione’.

In chê ocasion, tra i intervents al jere ancje chel di un “nestri” (si fâs par mût di dî) rapresentant a Rome: propit un di chei che al varès di jessi “smart” e “progressist” e che si à palesât dut il contrari, se no piês.

Standard